CARTA REVOLVING

si entra in un girone infernale di micro infiniti pagamenti a rate

Carta revolving ..uno strumento da evitare....

 

E così ci troviamo a osservare una vetrina...c'è' un oggetto, un vestito, un cellulare..qualche cosa che desideriamo..ma il nostro budget non c'è lo consente.

E allora potrebbe succedere che l'occhio cada sulla carta revolving, quella carta che la banca ti ha regalato.

L'avevi messa nel portafoglio così..tanto non avevi intenzione di usarla...in realtà non sai nemmeno bene come funziona..

Si, sai che è uno strumento che consente di acquistare subito e pagare dopo, potendo scegliere anche l'importo della rata mensile.

Una parte di te dice di lasciar perdere, ma l'altra si manifesta e dice: ma dai, che bello !!..che soluzione facile, compro quello che voglio e pago quanto voglio ..

E in effetti suon a proprio così, come una soluzione semplice.

Più facile di un prestito..non si devono compilare moduli,  rispondere ad antipatiche domande, non si deve chiedere l'approvazione di nessuno, nessun funzionario che ci dice:  mi dispiace ma non può accedere al credito, il suo rating non lo consente..

E si' quella carta diventa sempre più magnetica, interessante...
E cosa importa se i tassi sono elevati, se si entra in un girone infernale di micro infiniti pagamenti a rate.

Cosa importa se dopo mesi, anni saremo ancora li a pagare quell'oggetto ormai diventato probabilmente inutile e vecchio e che quella che ci sembrava una micro rata sommata alla rata del mutuo, a quella della macchina ci fa sentire il fiato corto..

Già perché con la carta revolving  a differenza della carta di credito a saldo (il cui rimborso delle spese avviene il 10/15 del mese successivo in un'unica soluzione) si entra nel campo del credito al consumo.

Da non dimenticare che i tassi di interesse applicati alle somme dilazionate e' molto spesso più alto di quello dei prestiti personali, pagare interessi del 17/20 % non è inconsueto
e se si considera che  le modalità di rimborso prevedono rate molte contenute significa ritrovarsi alla fine dell'operazione ad aver rimborsato un importo decisamente superiore al costo del bene che si è acquistato.
 

E' opportuno quindi leggere bene le condizioni contrattuali prima di utilizzarle..anzi ancora meglio sarebbe bene non usarle!

© 2017 by Daniela Lorizzo Consulente di Economia Consapevole

P.IVA 02161220393