LA QUALITA' DELLA VITA DIPENDE DALLA QUALITA'  DELLE DOMANDE CHE TI FAI

La ricchezza economica  di una nazione è rappresentata dal lavoro dei cittadini che trasformano le risorse disponibili in prodotti finiti e in servizi.

La qualità della vita dipende dalla qualità delle domande che ti fai

La ricchezza economica  di una nazione è rappresentata dal lavoro dei cittadini che trasformano le risorse disponibili in prodotti finiti e in servizi.

Questo si chiama PIL – prodotto interno lordo.

Ai cittadini per scambiarsi prodotti e servizi occorre uno strumento, nella nostra economia odierna abbiamo  la banconota.

Se la ricchezza prodotta è quantificabile in 1000 occorre una quantità di banconote adeguata (euro 1000).

Il  Ministero del tesoro della Repubblica Italiana che svolge funzioni di politica economica e finanziaria dovrebbe incaricare la Zecca dello Stato di stampare le banconote per un valore di euro 1000.

Dopo aver stampato le banconote il Ministero dovrebbe immetterlo nel circuito economico in modo che i cittadini possano scambiarsi i beni.

Poi per mantenere i prezzi stabili il Ministero dovrebbe aumentare o diminuire la moneta a seconda che aumenti o diminuisca la popolazione e/o il pil.

Ma è così?

Cominciamo a farci qualche domanda

CHE COS’E’ LA MONETA?

La moneta è uno strumento che ha sostituito il baratto, nasce come mezzo per migliorare gli scambi.

Nel tempo ha sostituito il prodotto reale e a sua volta sta per essere sostituito  da algoritmi.

Da quando è stato eliminato  il diretto rapporto con le riserve d’oro si è scatenata una grande forma di speculazione  che non era mai stata neppure immaginata in tempi passati dove la forma di speculazione già esisteva (quando i ricchi prestavano i soldi agli  stati per fare le guerre e si facevano pagare gli interessi).

In questa nuova epoca l’economia reale  (lavoro – produzione e scambio di prodotti e servizi) è passata in secondo piano per dare spazio alla finanza (scommessa sul lavoro e scambio di prodotti e servizi altrui).

In questo modo si è fatto credere agli individui che ci si potesse arricchire di più rispetto ai titoli di Stato tradizionali e così si è arrivati al boom della borsa.

CHI EMETTE LA MONETA?

Molti, quasi tutti rispondono a questa domanda dicendo: lo Stato, perché è la risposta  più logica e teoricamente quella che sarebbe giusta.

Peccato che non sia più così.

Lo è stato fino al 1981, quando ci fu la separazione fra Stato e Banca di Italia

Da allora la Banca di Italia è diventata una SPA, una società per azioni e gli azionisti sono le banche che nel frattempo sono state privatizzate.

CHI E’ PROPRIETARIO DELL’EURO?

L’euro è di proprietà di una banca privata -  la BCE con azionisti privati (le banche centrali dei paesi aderenti all’eurozona).

La BCE presta la propria moneta agli stati che l’hanno riconosciuta come legale in cambio di titoli di stato pubblici (quindi emissione di debito) sui quali gli stati pagano interessi.

Quindi: DENARO = DEBITO

E allora la domanda sorge spontanea: se i soldi sono i nostri perché ce li prestano?

© 2017 by Daniela Lorizzo Consulente di Economia Consapevole

P.IVA 02161220393